Biografia

Francesco Claudio Marai (nato il 17 febbraio 1988), conosciuto con il suo pseudonimo Hunterwolf, è un compositore, videomaker e artista italiano proveniente da Parma.

Inizia i suoi studi di pianoforte all’età di 4 anni, età nella quale inizia a comporre i suoi primi brani.
Nel corso degli anni il suo stile compositivo è stato definito nella fusione di più stili musicali, in particolare di generi sinfonici, elettronici e rock.

A causa della sua crescente passione per il cinema, la grafica e l’informatica, fin da bambino ha iniziato a mescolare diversi tipi di espressione artistica, accompagnando spesso le sue composizioni elettroniche e acusmatiche con opere visive di vario genere e realizzando parecchi cortometraggi in live action, animazione e stop motion.

Allo stesso tempo era interessato alla ricerca e alle nuove tecnologie, in particolare quelle relative al suono, all’intelligenza artificiale e alla comunicazione.

Musica Elettronica e Dance

Nel 2006 ha debuttato come DJ nella scena techno industrial e hardcore, arrivando a esibirsi presso i più grandi eventi di musica elettronica in Italia e in Europa. Tra questi: Masters of Hardcore, Nocturnal Festival, E-Mission, United Hardcore Forces, We Love Hard, Dorian Gray, History of Hardcore, Evolution Planet, Il Fuoriorario, Shock!, Explosion, In*To*Nation, Gabberitalia, Offlimits, Hard 4 Life.

Dopo il suo primo album “Industrialization”, pubblicato nel 2009 sotto la sua etichetta “Paranoiax”, ebbe modo di scalare le classifiche internazionali della musica frenchcore e industrial e iniziare una lunga serie di produzioni legate a questo stile introducendovi il suo nuovo e innovativo approccio sinfonico, senza precedenti per quel tipo di musica. Le sue produzioni saranno sia autoprodotte che pubblicate da importanti etichette come Noistorm, Antistatic e Hard Impact Records.

Gli stili EDM principali ai quali si dedica in produzioni e concerti sono Hardcore, Hardstyle, Big Room, Deep e Progressive House, Hardtekno e Intelligent Dance Music, tuttavia, mescola spesso i suoni sperimentali dell’elettronica in esibizioni dal vivo con gruppi rock e pop.

Videomaking e colonne sonore

I suoi studi universitari si sono a lungo concentrati sul cinema, e negli anni ha diretto e montato per numerosi clienti ed eventi video e spot pubblicitari, principalmente destinati alla diffusione online e presso le TV locali.

Nel 2012 collabora con gli youtuber Alcedo Video, creando il progetto Alcedo Vibes, grazie al quale vedrà la luce il videoclip “Monti Style”, un video musicale di satira politica che riscuoterà un enorme successo virale, ottenendo più di due milioni di visualizzazioni.
Il video sarà trasmesso da importanti reti televisive e radiofoniche tra le quali Radio Deejay, La 7 (G Day), Rai 3 (Ballarò), Sky (Speciale Calcio Mercato), Italia 1 (Studio Aperto) e trattato da quasi tutti i quotidiani nazionali.

Negli anni ha scritto diverse colonne sonore per cortometraggi e spettacoli teatrali, fondendo le sonorità sinfoniche ed elettroniche tipiche del suo stile.
Tra queste, la colonna sonora della pellicola “La Punta (The Meetup)” diretta da Ricky Re, che sarà accolto e presentato presso lo “Short Films Corner” al Festival De Cannes nel maggio 2016.

Ricerca e sperimentazione

A qualche anno dalla laurea in Comunicazione con una tesi musicologica e sociologica riguardante l’impatto sociale della musica, nel 2013 fonda Dreamvim, un progetto che oltre a occuparsi di web design e digital marketing, si concentra sulla ricerca e sulle potenzialità della tecnologia e dell’intelligenza artificiale per migliorare la comunicazione umana.

Nel 2016 ha fondato il progetto Heartphony, che, insieme alla collaborazione di psicologi e neuroscienziati, indaga gli effetti psicoacustici che il suono può avere sulla mente.

È costantemente impegnato in collaborazioni con progetti relativi a nuovi computer e tecnologie elettroniche applicate alla musica, alla comunicazione, al design e alle arti generative.

Canto, Opera e Musical

Dopo la laurea, ha iniziato a studiare canto al conservatorio di Parma.
Da quel momento inizia a esibirsi anche come cantante solista e corista in vari eventi, con ruoli occasionali come attore in musical e opere, collaborando con realtà di spicco tra cui il Teatro Regio di Parma, l’Auditorium Paganini di Parma, la Corale Giuseppe Verdi, il Lions Club International.

Nel 2014 si esibisce come corista insieme al Coro di Verona durante il tour del maestro Ennio Morricone, nel 2017 si esibisce in due produzioni ufficiali della Rock Opera di Andrew Lloyd Webber “Jesus Christ Superstar” nel ruolo del sommo sacerdote Caifa.